In scooter a zigzag, pipì e offese: fermati tre livornesi

Mediagallery

Una notte di Halloween da dimenticare per tre giovani (di cui due fratelli) livornesi. Intorno a mezzanotte e trenta del 1° novembre due amici, 17 e 18 anni, sono stati sorpresi a zigzagare a bordo di uno scooter in via Mastacchi. Gli agenti li hanno raggiunti e subito fermati. Alla richiesta dei documenti, i due, per altro in stato di ebbrezza, hanno iniziato prima a offendere e minacciare i poliziotti con le frasi più disparate. Poi, non contenti, hanno urinato in strada davanti a loro. Portati nella caserma di viale Boccaccio sono stati raggiunti dal fratello 20enne del minorenne, il quale ha iniziato pure lui a inveire contro i poliziotti. Alla fine i tre hanno persino danneggiato una maniglia e infranto il vetro dell’ufficio. La polizia li ha denunciati per i reati di danneggiamento aggravato, procurato allarme, vilipendio, oltraggio, resistenza e minacce a pubblico ufficiale, atti contrari alla pubblica decenza e i due amici sullo scooter denunciati anche per guida in stato di ubriachezza. Inoltre il mezzo non era revisionato ed era senza carta di circolazione. I ragazzi sono stati affidati ai genitori.

Riproduzione riservata ©