In mutande e con il coltello minaccia tre giovani

Mediagallery

E’ sceso  in strada in mutande e ha cercato di accoltellare i passanti brandendo un coltello a serramanico. Sembra la sceneggiatura di un film dell’orrore ma è accaduto davvero in viale Ugo Foscolo martedì sera intorno alle 21,30 quando al 113 arriva una telefonata da parte di una ragazza spaventatissima che chiede aiuto alla polizia: “Correte un tizio ha picchiato il mio ragazzo e minaccia di ucciderci con un coltello”.  Secondo quanto riferito dai giovani che stavano passeggiando per la strada con al guinzaglio il proprio cane, l’uomo senza un particolare motivo ha iniziato a inveire contro di loro sferrando un calcio allo sterno nei confronti del padroncino del quadrupede e poi ha iniziato a correre dietro al gruppo gridando che li avrebbe uccisi tutti a coltellate.
Sul posto si sono portate immediatamente due volanti che hanno soccorso il gruppo di giovani terrorizzati i quali si erano barricati all’interno di un androne di un palazzo della via. L’uomo, livornese di mezza età, alla vista delle pattuglie, ha cercato la fuga all’interno di quello che presumibilmente è il palazzo dove abita. I poliziotti lo hanno trovato a sedere sul pianerottolo del primo piano con solo gli slip addosso e un coltello in mano. Sul posto è intervenuta anche un’ambulanza della Misericordia sulla quale, dopo molte resistenze, gli uomini della questura sono riusciti a caricarlo. Poi la corsa al pronto soccorso dove l’aggressore ha dato nuovamente in escandescenze. Finalmente i medici sono poi riusciti a sederlo e il pericoloso attentatore è stato finalmente ricoverato all’interno del decimo padiglione nel reparto di psichiatria. Per lui è scattata la denuncia per minaccia aggravata e porto ingiustificato di armi atte ad offendere.

Riproduzione riservata ©