In balia delle onde, salvati da bagnini e capitaneria. All’ospedale per ipotermia un minorenne

I due bagnini, a bordo di un patino, erano partiti per tentare di recuperarli, ma si sono dovuti arrendere anche loro alle condizioni meteo

Mediagallery

Sono salve 4 persone recuperate a largo di Calambrone da una motovedetta della Guardia Costiera di Livorno e da due coraggiosi bagnini partiti per svolgere il loro pericoloso lavoro. Si tratta di 4 minorenni livornesi che quest’oggi hanno sfidato il forte vento di levante che spingeva verso il largo. La chiamata alla Sala operativa della Capitaneria livornese perveniva alle 11.55, tramite numero blu 1530, da parte di uno dei responsabili dello stabilimento balneare “La Tintarelleria”, il quale segnalava che 4 ragazzi a bordo di un materassino, a causa del vento, erano stati trasportati a largo e non riuscivano, nonostante gli sforzi, a rientrare. Nel frattempo, i due bagnini della stessa struttura, a bordo di un patino, erano partiti per tentare di recuperarli. Dopo aver tratto in salvo la prima persona è sopraggiunto l’ausilio della motovedetta CP 866  che ha individuato i malcapitati, ormai allo stremo delle forze, li ha tratti in salvo a bordo. Una volta sul mezzo della Guardia Costiera sono stati condotti in porto alla banchina motovedette. Per uno dei giovani si è reso necessario l’intervento del 118 ed il successivo trasporto in ospedale per un principio di ipotermia. Fondamentale
La Capitaneria di porto di Livorno ricorda l’importanza del numero blu gratuito 1530 per segnalare ogni tipo di emergenza in mare e richiedere il pronto intervento dei mezzi aeronavali.

Riproduzione riservata ©