Abbandonano rifiuti e fuggono in Ape. Casalinga fra i fermati.

Mediagallery

Due uomini in fuga (poi identificati) in via del Littorale. Una casalinga in via Corsica. Quattro imprese in zona Banditella. Un nottambulo in via Cattaneo. Sono i casi su cui Polizia Municipale e Aamps hanno concentrato l’attenzione in questi giorni a seguito dell’individuazione di abbandoni di rifiuti sul territorio comunale. Alcuni tra i trasgressori sono stati colti in flagranza di reato, altri sono stati riconosciuti a seguito di accertamenti ed indagini che hanno portato ad elevare sanzioni per circa 5.000 euro.

Via del Littorale – Gli Ispettori Ambientali hanno visto due persone intente a scaricare sacchi pieni di rifiuti in prossimità di un arenile. Scoperti si sono dati alla fuga con un mezzo “Ape-Car” ma la registrazione della targa del mezzo ha permesso alla Polizia Municipale di risalire ai colpevoli. 800 euro di multa.

Via Corsica – Nonostante i cassonetti per l’immondizia fossero poco distanti, una signora ha pensato bene di non faticare lasciando un sacco pieno di rifiuti sul ciglio della strada. Trattandosi di una consuetudine segnalata dai residenti della zona al numero verde 800-031.266, è stata colta sul fatto dalla Polizia Municipale e dagli Ispettori Ambientali. 600 € di multa.

Banditella – Sembra quasi che si siano messi d’accordo, sta di fatto che quattro imprese poco distanti l’una dalle altre avevano deciso di abbandonare ogni giorno rifiuti di varia tipologia nello stesso punto sopra il marciapiede. Un’abitudine poco gradita dai residenti che hanno inviato una segnalazione all’indirizzo [email protected] A seguito dei primi sopralluoghi sono poi scattate le indagini della Polizia Municipale. 2.400 € di multa complessivi.

Via Cattaneo – Si è presentato al Centro di raccolta con un furgone pieno di rifiuti, quasi fosse la vuotatura di una cantina. Peccato che alle 3.00 del mattino gli impianti sono notoriamente chiusi. Il nottambulo ha quindi scaricato tutto il materiale nel piazzale antistante, incurante della presenza delle telecamere di sorveglianza. 800 € di multa.

L’attività della Pulizia Municipale, del Comune di Livorno e di Aamps, con i propri Ispettori Ambientali, prosegue intensamente sia sul versante dell’educazione ambientale che su quello repressivo. L’obiettivo è di stigmatizzare i malintenzionati ad abbandonare i rifiuti sul territorio comunale, invitando ad avvalersi dei servizi offerti alla cittadinanza per quantitativi non supportabili dai cassonetti stradali (Centri di Raccolta; ritiro a domicilio gratuito con una telefonata al numero verde 800-031.266 oppure inviando una segnalazione all’indirizzo [email protected]).

 

Riproduzione riservata ©