“Brucia” il rosso e va contromano: fermato 22enne

Il giovane alla guida scappava dagli agenti perché stava trasportando un'amica senza casco. Poi l'alcol test lo smaschera: valori superiori di quasi quattro volte il limite consentito

Mediagallery

Intorno alle quattro del mattino di venerdì 1° aprile, durante il normale controllo del territorio transitando in viale Carducci direzione stazione, una volante ha notato uno scooter con a bordo due persone, la cui passeggera era privo di casco, procedere ad alta velocità in senso di marcia opposto a quello della pattuglia. Intuendo che la volante era prossima ad intimare l’alt i due si sono dati subito alla fuga oltrepassando pericolosamente l’incrocio tra viale Alfieri e viale Carducci, nonostante il semaforo rosso, immettendosi contromano sul controviale di viale Carducci, direzione centro città.
Dopo pochi metri gli agenti sono riusciti a fermare il motorino. Il conducente, un livornese di 22 anni, ha dichiarato ai due poliziotti di aver tentato la fuga poiché stava trasportando un’amica di 17 anni, con la quale aveva trascorso la serata in un locale della zona, senza che la stessa indossasse il casco. Pertanto, intimorito dalla situazione, aveva cercato di eludere il controllo. Dagli accertamenti effettuati è emerso che il motorino, un Piaggio Runner 50, era privo della periodica revisione scaduta a settembre del 2015. Inoltre il 22enne, che sin da subito ha manifestato un forte stato di agitazione, occhi lucidi e eccessiva euforia ha riferito di aver bevuto qualche drink.
Sottoposto così ad accertamenti è risultato avere un tasso alcolico pari a 1,90 g/l.  Il ragazzo è stato denunciato all’autorità giudiziaria per guida in stato di ebrezza con relativo ritiro della patente e fermo amministrativo del mezzo per 60 giorni, oltre ai vari verbali per l’infrazione del codice della strada.

Riproduzione riservata ©