In due e senza armi rapinano la banca e fuggono con 30 mila euro

Mediagallery

LIVORNO – Momenti di paura intorno alle 12.45 di ieri 16 luglio quando due malviventi si sono presentati a volto coperto all’agenzia della Cassa di Risparmi di Livorno di via Provinciale Pisana e hanno portato via un bottino di circa 30 mila euro.
I due delinquenti, che avrebbero agito senza armi, sono poi scappati a bordo di una Fiat Punto di colore scuro parcheggiata in strada dove ad attenderli c’era un terzo complice con motore acceso.
In quel momento nella filiale c’erano 5 dipendenti e altrettanti clienti. Uno di loro ha appena terminato una operazione allo sportello e sta per uscire ma gli viene impedito. “Nessuno mette piede fuori dalla banca finché non abbiamo finito”. A questo punto, secondo la ricostruzione, uno dei banditi manda via le dipendenti dalle casse per raggiungere le casse con i soldi, mentre l’altro resta nella sala a controllare i clienti. Nessuno rimane ferito. I due, senza armi, si impossessano dei soldi e scappano.
I testimoni, ascoltati dai militari, descrivono i malviventi come meridionali per via dell’accento, di corporatura media, 1,70 di altezza. Uno indossava un paio di jeans e una camicia, l’altro jeans e t-shirt. E entrambi indossavano un cappellino.
Le immagini riprese dalle telecamere interne alla banca, e quelle presenti in strada, sono al vaglio degli investigatori per poter tracciare un identikit.

Riproduzione riservata ©