Offese ai pedoni e botte ai poliziotti: arrestato

Mediagallery

Un uomo di 30 anni, senegalese, è finito in manette dopo aver dato in escandescenze in pieno centro la notte di Ferragosto. Il tutto è accaduto in pieno centro in via Ricasoli quando alcuni passanti lo hanno visto a bordo della sua bicicletta fermarsi per raccogliere un cellulare sull’asfalto e andar via. In molti hanno pensato si trattasse di un furto così hanno allertato le volanti che si sono subito precipitate in zona e lo hanno fermato poco dopo. L’uomo si è giustificato dicendo che lo avrebbe portato all’ufficio oggetti smarriti il giorno dopo e non prefigurandosi dunque alcun reato gli agenti lo hanno lasciato andare. Una mezz’ora più tardi però, intorno a mezzanotte, ancora una telefonata al 113 dalla stessa zona. Il motivo? Lo stesso 30enne stava dando noi ai pedoni che passeggiavano sul marciapiede cercando di investirli con la sua bicicletta e offendendoli. All’arrivo delle volanti il senegalese ha dato in escandescenze iniziando a ingiuriare gli agenti e a picchiarli con pugni e calci.
Per questo motivo i poliziotti non hanno potuto far altro che ammanettarlo e arrestarlo per resistenza, lesioni e ingiurie a pubblico ufficiale

Riproduzione riservata ©