“I soldi o ti infetto con l’Aids”. Rapinata erborista

Il racconto: "Ho avuto paura che ci infettasse con la siringa e gli ho consegnato 80 euro"

Mediagallery

Intorno alle 20 di lunedì 1° febbraio le volanti della polizia sono intervenute in via Provinciale Pisana all’erboristeria “Il Quadrifoglio” in quanto la proprietaria aveva telefonato al 113 per una rapina subita all’interno della sua attività commerciale. La donna di 42 anni ha raccontato che poco prima della chiusura, mentre era all’interno del negozio in compagnia di una sua amica coetanea, si è presentato un uomo alto circa 1 metro e 65 centimetri con capelli corti e brizzolati di colore castano, barba corta ed incolta, con giubbotto scuro e occhiali da vista. “L’ho fatto entrare pensando fosse un cliente”, ha detto agli agenti – “ma poi quest’ultimo una volta dentro si è girato verso la cassa e ha mostrato con la mano destra una siringa”.
Ho avuto paura – spiega la donna rapinata – Ha minacciato me e la mia amica dicendo di consegnargli 100 euro altrimenti ci avrebbe punto con la siringa e infettato con l’Aids“.
A quel punto la donna, presa dal panico, ha aperto la cassa e consegnato 80 euro al rapinatore. Alla sua richiesta di altro denaro, la donna ha riferito che non ne aveva. Tanto, dunque, è bastato al malvivente che si è allontanato verso i viali.

Riproduzione riservata ©