Guida a zig zag sul viale Petrarca, inseguito dai carabinieri: nei guai 45enne

Massiccio piano di controllo nell’area del centro con particolare attenzione a piazza della Repubblica e Scali Novi Lena. Arrestato un pregiudicato marocchino, 33enne, per spaccio

Mediagallery

I militari della Compagnia di Livorno hanno dato vita nel weekend ad un massiccio piano di controllo nell’area del centro città, con particolare attenzione a Piazza della Repubblica e Scali Novi Lena, zone di riferimento della “movida” livornese.

Arrestato per spaccio – L’attività, volta alla prevenzione e repressione dei reati in genere ed al controllo dei locali pubblici, ha visto impegnati numerosi militari coadiuvati anche da unità cinofile del locale Comando Provinciale della Guardia di Finanza. Nel corso dell’attività, i carabinieri hanno tratto in arresto un giovane pregiudicato marocchino, Jarmouni Abderraham, 33enne, sul quale pendeva un ordine di carcerazione per reati inerenti lo spaccio di sostanze stupefacenti. L’uomo, che dovrà scontare un anno di carcere, alla vista dei militari ha cercato di sottrarsi alla cattura tentando la fuga. Nella circostanza, il giovane nordafricano ha colpito con calci e pugni i militari operanti i quali, dopo una breve colluttazione, sono riusciti ad immobilizzarlo ed ammanettarlo.

Guida a zig zag – L’operazione ha interessato anche i controlli alla circolazione stradale, ove è stata posta particolare attenzione alle violazioni inerenti la guida di autoveicoli in stato di ebbrezza alcolica. Decine i conducenti di autoveicoli e motocicli controllati e sottoposti al test alcolemico.
Tra questi, è stato denunciato a p.l. il 45enne L. U., di Livorno, sorpreso alla guida in stato di ebbrezza. In particolare, l’uomo, un pregiudicato, transitava a forte velocità e “zigzagando” in viale Petrarca, tanto che una pattuglia del Radiomobile era costretta ad inseguirlo e bloccarlo. Al termine del controllo con l’alcol-test, il 45enne è risultato positivo con un valore pari a 1,88 mgl., venendo pertanto denunciato con contestuale ritiro della patente di guida. L’attività, che si protrarrà anche nei prossimi giorni, è poi proseguita con il controllo di molti locali pubblici, al fine di riscontrare eventuali violazioni amministrative.

 

 

Riproduzione riservata ©