20enne rapinata davanti alla famiglia

La giovane, una 20enne, si trovava alla stazione quando è stata raggiunta alle spalle

Mediagallery

Tenta di rapinare una giovane che rientrava in casa. I carabinieri lo rintracciano e denunciano profugo senegalese. E’ quanto accaduto nella notte ad una ragazza livornese la quale ha subito un tentativo di rapina ad opera di un cittadino senegalese, pregiudicato, attualmente domiciliato presso un albergo cittadino quale profugo con richiesta di asilo. I fatti, stando a quanto ricostruito dai carabinieri del nucleo radiomobile della Compagnia, si sono svolti intorno alle ore 1,30 nei pressi della stazione ferroviaria. La giovane, una 20enne, intenta a quell’ora a rientrare in casa, è stata improvvisamente raggiunta alle spalle dall’extracomunitario il quale, afferandola per un braccio, l’ha minacciata intimandole di consegnargli la borsa. L’inaspettata reazione della ragazza che ha iniziato ad urlare richiamando l’attenzione dei genitori e dei vicini ha di fatto indotto il senegalese a darsi alla fuga per le vie limitrofe facendo perdere le proprie tracce.
Il successivo intervento dei carabinieri, chiamati dal padre della giovane, ha consentito di acquisire importanti informazioni sull’aggressore il quale, a distanza di poche ore, è stato rintracciato ed identificato presso un albergo cittadino ove risulta domiciliato in quanto profugo. Una volta condotto in caserma e riconosciuto colpevole della Tentata Rapina, il 25enne A. N., pregiudicato, è stato denunciato a piede libero.

Riproduzione riservata ©