Fugge sui tetti ma scivola, preso “Lupin”

Mediagallery

Ha solo venti anni Balantaj Halilovic, Rom del campo di Coltano, ma vanta già numerosi precedenti per reati contro il patrimonio: è un ladro di professione. Era ricercato dalla polizia di Livorno perché doveva scontare una condanna definitiva a 3 anni e 10 mesi di reclusione comminatagli dal Tribunale dei Minorenni di Roma per una serie di rapine ed estorsioni, ed è proprio a Roma che è stato rintracciato dagli agenti del Commissariato di Primavalle, in collaborazione con i colleghi della Squadra Mobile di Livorno.

Movimentata peraltro la sua cattura a riprova della propensione a delinquere; rintracciato all’interno di un’abitazione nei pressi della ferrovia Roma-Viterbo, circondata dagli agenti nelle fasi dell’irruzione avvenuta alle prime ore del 12 agosto scorso, Halilovic ha tentato una fuga disperata attraverso i tetti. Ma a causa della rugiada che ancora permaneva dopo la notte appena finita, il nomade è scivolato ed è caduto da un’altezza di circa tre metri, fratturandosi il braccio destro.

Condotto al pronto soccorso dell’ospedale San Filippo Neri, dopo le cure prestatagli, Halilovic Balantaj è stato condotto in carcere dove dovrà trascorrere i prossimi anni.

Durante l’espletamento degli atti relativi al suo arresto, peraltro, gli agenti hanno scoperto che il rom era destinatario anche di un provvedimento cautelare emesso sempre dal Gip del Tribunale dei Minori di Roma per un’altra serie di rapine di cui lo Halilovic si era reso responsabile.

Adesso il giovane rom dovrà rispondere di tutti i reati commessi.

 

 

Riproduzione riservata ©