Fugge in scooter tra i passanti, incastrato dal tatuaggio

Mediagallery

Scippata su una panchina, rintracciato dal tatuaggio e arrestato un livornese di 40 anni, Andrea Ribecai, dopo un lungo inseguimento. E’ successo alle 21.35 del 12 ottobre sul viale Italia. A dare l’allarme alla polizia è stata la vittima, una donna, derubata della borsa mentre si trovava seduta all’altezza di via dei Funaioli, lato mare, insieme al marito. Il malvivente, livornese di 40 anni ai domiciliari, a bordo di uno scooter scuro, dopo essere salito sul marciapiede l’ha raggiunta e le ha strappato la borsa di dosso per poi allontanarsi velocemente. Un testimone ha riferito di aver notato che lo scippatore aveva un tatuaggio sul viso a forma di lacrima. Mentre la pattuglia raggiungeva il luogo della segnalazione ha intercettato l’autore dello scippo in Borgo S. Jacopo, riconoscendolo proprio dal tatuaggio.
Il ladro, alla vista della volante, è scappato verso via dei Funaioli. Poi, sempre inseguito dalla volante, a bordo dello scooter ha imboccato l’area pedonale di viale Italia, al momento gremita di passanti, per poi dirigersi nel controviale Italia dove proseguiva la fuga in direzione nord. Giunto all’altezza dei cantieri Benetti, sentendosi ormai braccato, ha abbandonato il mezzo proseguendo la fuga a piedi in direzione centro. Poco dopo, alle 22,  un’altra volante lo ha intercettato e arrestato in corso Amedeo, angolo via Magenta. Il motorino utilizzato dal ladro è risultato rubato il 7 ottobre ed è stato restituito al proprietario. L’uomo, condotto e perquisito in caserma, è stato trovato in possesso di un telefono cellulare, una matita per trucco, un rossetto ed euro 4,40 , risultati asportati dalla borsa della signora derubata.

Riproduzione riservata ©