Sequestrato un chilo di “coca”

Arrestati due albanesi e denunciato un 50enne livornese. Blitz a Salviano: la sostanza era occultata in varie stanze di una casa. Valore tra i 60.000 e gli 80.000 euro. Arrestati due albanesi e denunciato un 50enne livornese

Mediagallery

Continuano in maniera sempre più incisiva, anche sulla linea delle indicazioni dell’autorità di governo a livello locale, condivise in sede di comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica, le attività di controllo del territorio nella città di Livorno.
In tale ambito, i finanzieri del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Livorno hanno intensificato, tra l’altro, le azioni volte al contrasto al traffico e consumo delle sostanze stupefacenti.
Lo scorso 4 febbraio, durante attività di appostamento nel quartiere di Salviano, dove nei giorni precedenti erano stati notati sospetti movimenti, i finanzieri del Gruppo hanno individuato e fermato due soggetti: un livornese, già noto alle Fiamme Gialle quale tossicodipendente e piccolo spacciatore, ed un albanese, proveniente dal pisano, mentre erano intenti al perfezionamento di un acquisto di sostanza stupefacente.
L’italiano, cinquantenne, è stato fermato mentre cercava di disfarsi dello stupefacente, circa 11 grammi di cocaina. Il soggetto straniero, invece, è stato bloccato, a bordo dell’auto mentre era intento a lasciare il luogo dello spaccio, con al seguito il denaro (230 euro) appena consegnatogli dall’acquirente.
I militari, con l’ausilio dell’unità cinofila, hanno proseguito le attività presso le abitazioni dei due soggetti fermati, giungendo, in casa dell’albanese, al rinvenimento di oltre un chilo di cocaina, contanti per oltre 3.000 euro, nonché attrezzature idonee (bilancini, materiale da taglio, ecc.) alla preparazione ed al confezionamento dello stupefacente.
La sostanza era occultata in varie stanze dell’appartamento ed ha un valore sul mercato dello spaccio stimabile tra i 60.000 e gli 80.000 euro. La parte più consistente, oltre 800 grammi, era nascosta in un armadio dell’albanese, sotto alcune coperte, mentre un’altra parte, oltre 100 grammi, era nascosta dentro un giubbino di proprietà di un secondo soggetto di nazionalità albanese, anch’egli dedito all’attività di spaccio.
I militari hanno, quindi, proceduto al sequestro dello stupefacente, del denaro e dei materiali rinvenuti, traendo in arresto, debitamente informata la Procura della Repubblica di Pisa, i due soggetti albanesi e denunciando il cinquantenne livornese.

Riproduzione riservata ©