Ferita da tv tra i rifiuti. Nogarin le telefona

Mediagallery

Era scesa in strada intorno alle 21.30 in ciabatte e con la vestaglia per gettare il suo sacchetto di immondizia nel bidone a pochi metri da casa sua in via Costanza. Ma, come siamo purtroppo sempre più abituati in questi giorni, accanto ai cassonetti purtroppo c’era di tutto. Così una donna di 68 anni non si è accorta che, nei pressi del bidone dell’Aamps, accatastato alla meno peggio c’era un vecchio televisore rotto. La sfortunata, avvicinandosi per gettare la sua immondizia dentro l’indifferenziata, è rimasta gravemente ferita al polpaccio sinistro a causa di un tubo catodico rotto e perciò tagliente che spuntava tra i rifiuti sul marciapiede (come si può vedere nelle foto pubblicate in pagina e inviate dal nostro lettore Paolo Mura).
La donna per il dolore e per l’emorragia ha perso i sensi ed è svenuta in mezzo alla spazzatura che campeggiava sul marciapiede. Per fortuna, a pochi passi di distanza, un uomo che passeggiava di lì per caso, ha visto la donna riversa sul pattume e le ha prestato i primi soccorsi prima di chiamare il 118. Sul posto è stata inviata una squadra della Misericordia di via Verdi che ha tamponato la ferita trasportandola d’urgenza al pronto soccorso dove la 68enne è stata portata in sala operatoria dove è stata suturata dai medici di turno.
aaaaAamps interviene e pulisce l’area – Aamps informa di avere appreso questa mattina da Quilivorno.it di un incidente occorso ieri, in tarda serata, ad una signora intenta a gettare i rifiuti nei cassonetti posti in via Costanza a Salviano. La malcapitata si è ferita ad un polpaccio urtando un vecchio televisore abbandonato sul marciapiede nelle immediate vicinanze dei contenitori. La versione è stata confermata dalla stessa cittadina che, contattata dall’Azienda per esprimerle vicinanza, ha riferito di aver visto l’oggetto ma di non essere riuscita ad evitarlo nell’intento di gettare il sacchetto dell’immondizia nel cassonetto per l’indifferenziata. I servizi operativi di Aamps. hanno provveduto alla completa pulizia dell’area facendo anche presente alla signora che verrà fatta una segnalazione contro ignoti alle autorità preposte per evitare il ripetersi di tali fatti che l’azienda intende contrastare fermamente assieme al Comune di Livorno. Nel frattempo saranno avviate le opportune indagini con la Polizia Municipale per individuare gli autori di un’azione troppo spesso reiterata in molte zone della città. Il fenomeno dell’abbandono dei rifiuti in strada, infatti, può risultare un grave pericolo per la salute delle persone, come dimostra questo nefasto episodio, e costa all’Amministrazione Comunale ben 800mila € all’anno. La cittadina ha ricevuto anche la telefonata di solidarietà del sindaco di Livorno, Filippo Nogarin, con il quale ha concordato una visita di cortesia nei prossimi giorni.

 

Riproduzione riservata ©