Fanno esplodere il bancomat. Bottino di oltre 30mila euro

Prima dell'esplosione i tre malviventi hanno manomesso le telecamere esterne

Mediagallery

Nella notte tra lunedì 15 e martedì 16 febbraio, intorno alle 3,50 circa, in  Galilei a Vicarello, tre malviventi hanno fatto esplodere il bancomat della filiale della Banca Toscana, riuscendo poi a dileguarsi con un bottino di oltre 30mila euro.
La segnalazione della deflagrazione è arrivata ai carabinieri da alcuni residenti i quali, a quell’ora, sono stati svegliati dal boato provocato dall’esplosione. I tre autori del furto, in particolare, sono stati visti armeggiare sul bancomat con una grossa mazza e, pochi istanti dopo, allontanarsi velocemente a bordo di un’autovettura Opel Corsa all’interno della quale avevano caricato alcuni sacchi con  dentro il denaro.
Giunti immediatamente sul posto, i carabinieri hanno potuto constatare l’avvenuto furto trovando numerosi detriti a terra ed alcune banconote. Gli accertamenti effettuati, inoltre, permettevano di verificare come i tre malviventi avessero usato una batteria di un ciclomotore, trovata nei pressi del bancomat, come detonatore. Inoltre, prima di causare l’esplosione, sembra che i tre abbiano manomesso le telecamere esterne. I carabinieri hanno diramato le ricerche dell’autovettura a tutti i comandi della provincia ed hanno predisposto, sin da subito, posti di controllo.

Riproduzione riservata ©