Evade dai domiciliari: arrestato per spaccio di droga

Mediagallery

I poliziotti della Squadra Mobile della questura di Livorno erano da tempo sulle tracce di un cittadino magrebino che, secondo le loro indagini, spacciava droga in pieno centro, quando, venerdì sera, dopo un lungo appostamento davanti allo stabile intorno al quale si svolgeva solitamente il traffico di droga, hanno potuto fermare Mohamed Siflitihada, di 32 anni, marocchino, a bordo di uno scooter in compagnia di un italiano di venti anni.
Una rapida ricerca al terminale ha rivelato agli agenti che il marocchino, pregiudicato per stupefacenti, avrebbe dovuto essere agli arresti domiciliari a seguito di una precedente ordinanza di custodia cautelare del Tribunale di Livorno.

SIFLITIHADA Mohamed

SIFLITIHADA Mohamed

Non solo, l’uomo viaggiava alla guida del motorino privo di patente di guida perché mai conseguita. Ma soprattutto, nelle tasche dei suoi pantaloni, gli agenti rinvenivano  la somma di 1.700 euro in banconote da 50 euro e due telefoni cellulari tipo smartphone.
E’ scattata a questo punto un’approfondita perquisizione nell’abitazione dove il marocchino avrebbe dovuto scontare la propria custodia cautelare che consentiva di rinvenire, nascosto in un armadio, un panetto da mezzo chilo di hashish oltre a sostanza da taglio e materiale utile per il confezionamento di dosi di droga.
Per Mohamed Siflitihada é scattato così l’arresto per la detenzione di stupefacenti a fini di spaccio nonché la denuncia per evasione.

Riproduzione riservata ©