ESCLUSIVO. A fuoco il pullman della gita

Mediagallery

Un pullman avvolto dalle fiamme, persone che scappano impaurite, pompieri, carabinieri e ambulanze che arrivano sul posto in un attimo. Sembra la scena di un film, invece è quanto accaduto lunedì 8 dicembre ad una gita di livornesi di ritorno dalla Campania (clicca sul link in fondo all’articolo per guardare in esclusiva il video girato da uno dei protagonisti dell’episodio).
All’altezza di Caserta, il pullman con a bordo 41 livornesi è stato fermo per circa tre ore in autogrill perché alcuni passeggeri lamentavano un forte odore di fumo provenire dal retro. L’autista, stando al racconto dei testimoni, ha cercato di aggiustare il guasto e, passate le tre ore, si è messo nuovamente alla guida del mezzo. Vane sono state le proteste dei viaggiatori che chiedevano l’arrivo di un altro mezzo: “Ci vogliono tanti soldi per farlo arrivare da Cecina” è stata la risposta.
Il dramma si è consumato poi all’altezza di Anagni (Roma). I passeggeri che occupavano gli ultimi posti hanno cominciato a gridare “c’è fumo, c’è fumo”. Prontamente l’autista ha accostato e ha fatto in tempo a far scendere tutti prima che il mezzo prendesse fuoco. Inutile stare a sottolineare come la tragedia sia stata evitata per pochissimo. Immediatamente è stato fatto arrivare un altro pullman che ha riportato i passeggeri a casa sani e salvi ma con uno spavento che difficilmente si scorderanno. La compagnia ha detto che risarcirà tutti i viaggiatori, con la speranza che scene come questa possano essere viste soltanto nei film e mai vissute nella vita reale.

Riproduzione riservata ©