Entra in casa, scarta e ruba i regali di Natale: arrestato dai carabinieri

L’uomo, classe '91, è incappato in uno dei posti di controllo

Mediagallery

Hai scaricato la NUOVA APP di Quilivorno.it?

Aveva preso di mira i regali di Babbo Natale il georgiano (Z.T. classe 1991) arrestato dai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile nel trascorso fine settimana.
L’arresto del georgiano è maturato nell’ambito del rafforzamento dei servizi di contrasto ai reati predatori attuati in quest’ultimo periodo dalla compagnia di Pisa.
L’uomo, a bordo della sua autovettura, è incappato in uno dei numerosi posti di controllo dislocati su tutto il territorio dalle pattuglie dei Carabinieri: in particolare, il caucasico, nel transitare lungo la SS 1 Aurelia nel tratto di San Piero a Grado, è stato fermato da un equipaggio del nucleo radiomobile. Benché risultato negativo al controllo in banca dati, l’attenzione dei militari è stata attirata da due tablet e un computer portatile che l’uomo trasportava a bordo del veicolo per i quali non ha saputo dare convincenti spiegazioni circa il loro possesso. Pertanto, condotto in caserma, è stato sottoposto a perquisizioni del mezzo e personali durante le quali, ben occultati dietro il filtro dell’aria, sono stati rinvenuti numerosi monili in oro e diversi attrezzi idonei all’effrazione.
Nel dettaglio, i militari hanno scoperto dei veri attrezzi per operazioni chirurgiche di apertura dei portoni, anche blindati e muniti di serratura di sicurezza di tipo europeo. Dai successivi accertamenti si è subito risaliti ai proprietari dei tablet e del computer portatile, risultati essere anche proprietari dell’oro rubato. E’ emerso, infatti, che appena un’ora prima del controllo, ignoti avevano forzato la porta d’ingresso di un appartamento condominiale di Livorno dove, con tutta calma, avevano scartato i regali che la coppia di livornesi aveva collocato sotto l’albero di Natale per i propri figli. Un vero furto dei sogni, comprati con tanti sacrifici dalla giovane coppia per i proprio bambini. Oltre ai regali di Natale, i soggetti avevano rovistato anche la camera da letto dalla quale aveva portato via l’oro. Immensa è stata la gratitudine dei derubati, soprattutto per il valore affettivo degli oggetti, che sono stati tutti restituiti nell’immediatezza.
Il georgiano, invece, è stato sottoposto a fermo di indiziato di delitto per ricettazione e  portato in carcere. Appena il giorno prima, sempre il Nucleo radiomobile, aveva fermato durante un altro posto di controllo, altri tre georgiani anch’essi denunciati per porto di arnesi atti allo scasso: nell’occasione sono stati sequestrati diversi oggetti per l’effrazione simili a quelli in possesso del georgiano arrestato.

Riproduzione riservata ©