Droga nel cappello, arrestato latitante

L'uomo ha tentato di darsi alla fuga gettando via il cappello che conteneva la sostanza proibita. A porre fine alla sua latitanza ci hanno pensato i militari del Reparto Operativo di Livorno

Mediagallery

A porre fine alla sua latitanza ci hanno pensato i militari del Reparto Operativo di Livorno che sono riusciti a bloccarlo e ad arrestarlo nella serata del 6 giugno. Si tratta di un cittadino albanese, il 42enne Artan Shemshiri, pregiudicato residente a Montecatini Terme (Pistoia), sul quale pendeva un ordine di cattura emesso dalla Procura di Terni dovendo lo stesso scontare ancora una pena di oltre 2 anni per reati legati al traffico di sostanze stupefacenti. L’operazione dei militari del Nucleo Investigativo si è svolta nelle vie cittadine del centro. Il cittadino straniero, infatti, è stato dapprima intercettato vicino Piazza della Repubblica, a bordo di un’autovettura condotta da un suo connazionale, per poi essere notato mentre si incontrava, per pochi istanti, con altre due persone. A quel punto l’auto con a bordo i due albanesi è stata seguita sino all’altezza dell’incrocio tra via Marradi e viale Mameli dove i militari hanno deciso di fermarli per un controllo.
Alla vista dei militari, il pregiudicato ha subito aperto lo sportello tentando di darsi alla fuga e lasciando cadere a poca distanza il proprio berretto, all’interno del quale i carabinieri sono tuttavia riusciti a rinvenire un involucro contenente oltre 33 grammi di cocaina “pietrificata”. L’uomo è stato pertanto condotto al carcere di Livorno.

Riproduzione riservata ©