Droga fuori dal locale: arrestato minorenne

Mediagallery

Continua ad essere alta l’attenzione riposta dalla Guardia di Finanza nel contrasto alla microcriminalità ed allo spaccio di stupefacenti nel centro cittadino di Livorno e nella relativa periferia, anche in attuazione delle indicazioni fornite dall’Autorità di Governo locale in sede di Comitato per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica.

Le attività di controllo del territorio attuata dalle Fiamme Gialle nella provincia, soprattutto nei luoghi di ritrovo di giovani e nell’area di imbarco dei passeggeri dei traghetti destinati alle isole, volte ad assicurare una cornice di sicurezza a favore dei cittadini, sono state intensificate, con l’ausilio frequentissimo di unità cinofile, per contrastare il traffico ed il consumo delle sostanze stupefacenti, soprattutto tra i giovani.

I cani antidroga Vampy e Dely insieme ai militari della Guardia di Finanza

I cani antidroga Vampy e Dely insieme ai militari della Guardia di Finanza

Lo scorso 2 aprile, nel corso di attività di perlustrazione nei pressi di una discoteca, noto luogo di ritrovo di giovanissimi livornesi, finanzieri del Gruppo hanno individuato e fermato un’autovettura con a bordo tre italiani, tra cui un diciassettenne, che, alla vista dei militari, ha manifestato subito chiari segni di agitazione; all’esito del controllo, è stato trovato in possesso di 3 involucri di cellophane, contenenti circa 3 grammi di marjuana occultati negli slip.

I militari, considerate le modalità di confezionamento ed occultamento della sostanza stupefacente nonché la prossimità ad un luogo di intrattenimento di giovani, hanno proceduto, sentita l’Autorità Giudiziaria, a perquisire l’abitazione in cui il minorenne abitava con i genitori, rinvenendo nell’appartamento, dietro segnalazione dei cani antidroga, ulteriori 370 grammi circa di marjuana, in parte suddivisa in ben 19 involucri già pronti per lo spaccio ed in parte ancora da suddividere in dosi.

I finanzieri, informata la Procura della Repubblica presso il Tribunale dei Minori di Firenze, procedevano all’arresto del giovane, accompagnandolo presso il Centro di prima accoglienza di Firenze, nonché al sequestro dello stupefacente, destinato alla piazza livornese per il presumibile consumo da parte di giovanissimi potenziali acquirenti.

Altre operazioni antidroga sono state concluse, nei primissimi giorni di aprile, dai militari del Gruppo di Livorno nell’ambito del potenziamento dei servizi volti al contrasto del fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti anche nell’area di imbarco passeggeri del locale porto turistico. L’intensificazione dei controlli, grazie al fiuto dei cani antidroga Vampy e Dely, ha consentito di individuare altri 4 giovani (di età compresa tra i 17 e i 30 anni), in possesso di spinelli e piccole dosi di hashish e marijuana già pronte all’uso.

Rilevante, inoltre, il numero dei soggetti, tutti di giovane età, controllati da inizio anno e trovati con  droghe destinate allo spaccio o al consumo personale, prevalentemente hashish e marijuana.

In tale arco temporale, le Fiamme Gialle livornesi hanno posto sotto sequestro, in distinte occasioni, circa 600 grammi di sostanze stupefacenti, con conseguente denuncia alla locale Procura della Repubblica di 6 persone per detenzione ai fini di spaccio e l’esecuzione di 2 arresti.

Ulteriori 41 soggetti – dato assai significativo al fine di cogliere l’estesa latitudine del fenomeno – sono stati segnalati alle competenti Prefetture.

Da tempo è in corso, infatti, un’intensificazione delle attività a ridosso dei luoghi di ritrovo dei giovani, per contrastare lo spaccio e l’utilizzo di droga, nella consapevolezza che il suo consumo è ancor più insidioso e pericoloso se destinato a minorenni.

Parallelamente, la Guardia di Finanza è in prima linea per promuovere, in un’ottica preventiva, progetti di educazione alla legalità, mediante l’organizzazione di frequenti incontri presso le scuole, promossi anche dai Dirigenti Scolastici, che hanno anche il fine di veicolare corrette informazioni sulle conseguenze dell’utilizzo di sostanze stupefacenti.

Riproduzione riservata ©