Danneggia auto: 22enne rischia il linciaggio

Mediagallery

Danneggia le auto all’interno di un parcheggio e rischia il linciaggio (nella foto l’arrivo delle volanti in uno scatto inviatoci da un lettore). Per questo motivo è stato denunciato un ragazzo di 22 anni, livornese, fermato domenica 9 agosto intorno alle 20,30 dalla polizia in via Coccoluto Ferrigni. Tutto ha inizio intorno alle 20 quando due volanti si sono precipitate  in via Filippo Venuti in quanto una donna aveva segnalato al 113 la presenza di un giovane all’interno del cortile condominiale armato di coltello intento a danneggiare i veicoli in sosta. In procinto di giungere sul posto le volanti sono state informate degli spostamenti del giovane 22enne poiché la richiedente, in costante contatto telefonico con l’operatore della questura, stava fornendo continue informazioni utili al suo rintraccio.
“E’ giovane, capelli biondi, maglietta bianca ed è a bordo di una bicicletta di colore chiaro”. E’ questa la segnalazione che hanno seguito gli agenti. Il giovane, incrociato dalla pattuglia in via Coccoluto Ferrigni, ha cercato di guadagnarsi la fuga salendo su un marciapiede con il suo mezzo a due ruote. Il ragazzo però veniva fermato e invitato a salire sulla pattuglia di ordinanza dopo avergli contestato quanto aveva fatto poco prima. Il 22enne all’inizio ha provato ad opporre resistenza ai pubblici ufficiali rifiutandosi di salire, inveendo nei loro riguardi ed elevando il tono della voce a tal punto da richiamare i passanti e i dimoranti della zona con urla che, capito quanto stesse accadendo hanno provato a farsi giustizia da soli.
Con non poca difficoltà il giovane veniva fatto salire a bordo di autovettura accompagnato negli uffici delle volanti dove veniva indagato con l’accusa di percosse, minaccia grave, danneggiamento aggravato, porto abusivo di armi, resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale. Le volanti hanno accompagnato anche i proprietari dei mezzi danneggiati che hanno provveduto a presentare le denunce del caso.

Riproduzione riservata ©