Dà fuoco all’auto sotto casa per vendetta, un arresto

Mediagallery

Individuato e denunciato dalla squadra mobile di Livorno l’autore dell’incendio, M.M., straniero, in Italia senza fissa dimora, avvenuto nell’ottobre 2014 in via Palamidessi (nelle foto di Simone Lanari), nel corso del quale vennero completamente distrutti un’auto e uno scooter. Le fiamme raggiunsero anche un’abitazione dove era presente una bambina di 4 mesi che rischiò di morire. Le indagini hanno portato la polizia al movente: il rogo scaturì da un regolamento di conti riconducibile allo spaccio di droga. Il quadro investigativo ha poi trovato pieno riscontro durante uno dei tanti servizi di controllo finalizzati alla prevenzione e repressione del traffico e dello spaccio di sostanze stupefacenti. Nei pressi del casello autostradale di Livorno venne infatti rintracciata la vittima dell’incendio, B.M., nato in Tunisia classe ’84, in regola con le norme sul soggiorno e con precedenti specifici in materia di stupefacenti. Il giovane fu sorpreso con circa 170 grammi di cocaina nascosta in macchina e per questo arrestato.

Riproduzione riservata ©