Concordia a Genova accolta da Renzi

Mediagallery

Alle 11.35 di domenica 27 luglio il relitto della Concordia è arrivato nel porto di Genova (guarda la fotogallery del fotografo Alberto Vincenzoni nel link in fondo all’articolo). Ad attendere la nave c’era anche il premier Renzi con la moglie e una figlia. Il capo del governo ha spiegato che “oggi non è giorno di show o di lieto fine”, ricordando le 33 vittime. “E’ un giorno di ricordo delle vittime e di gratitudine verso gli abitanti del Giglio, che dà speranza per quanto siamo stati capaci di fare. Perché se è vero che l’errore di uno può creare un danno, la qualità di tante persone riesce a riportare una nave che sembrava spacciata”. Il premier ha poi fatto riferimento a Piombino: ” Piombino non poteva accogliere questa nave. Ma in quel porto investiremo non solo con investimenti internazionali ma anche con lo smantellamento di alcune navi militari”.
Nello scalo di Prà-Voltri la Costa Concordia verrà smantellata in varie fasi che si protrarranno almeno 2 anni. I materiali della nave verranno in buona parte riciclati.
Nick Sloane, il salvage master sudafricano che ha condotto le operazioni, appena sceso a terra al termine delle operazioni ha commentato: “E’ andato tutto bene. Sono molto contento. E’ bello essere arrivati qui”. Sloane ha poi ringraziato la “squadra eccezionale” che ha fatto in modo che tutto si svolgesse “alla perfezione”. Nel corso del tragitto dall’isola al capoluogo ligure la Concordia ha superato Livorno costeggiando a distanza l’area marina protetta delle secche della Meloria il 25 luglio.

Riproduzione riservata ©