Nove coltellate al padre: arrestato per tentato omicidio

Mediagallery

Una violenta lite in famiglia in cui il figlio 34enne ha aggredito il padre con ripetuti colpi di coltello da cucina (almeno 9 i fendenti) lungo 28 centimetri, di cui 14 di lama, preso dal cassetto di un mobile. E’ accaduto in via Nino Bixio, a Shangai. A far scattare la scintilla sembra sia stata l’insofferenza nei confronti del 74enne, dovuta anche al difficile stato di salute del genitore. Ora il giovane livornese, arrestato con l’accusa di tentato omicidio, si trova al centro clinico penitenziario di Pisa, dove è stato trasferito su disposizione della Procura di Livorno dopo essere stato ricoverato nel reparto di Psichiatria.
Nella colluttazione, a un tratto il coltello gli è sfuggito e lui stesso si è ferito seriamente a un braccio. Come accertato dagli investigatori, ha aggredito il padre mentre riposava raggiunto prima alle braccia, poi al collo e infine alla tempia. A fermare il 34enne ci ha pensato il fratello che con difficoltà è riuscito a disarmarlo. L’arrivo della polizia, allertata dal fratello e dai vicini, ha poi riportato la calma. Gli agenti hanno portato via il 34enne mentre i soccorritori hanno pensato alla vittima che in ospedale se l’è cavata con quindici giorni di prognosi. Per fortuna nessuno dei fendenti è penetrato in profondità. Il figlio, invece, è stato curato prima a ortopedia, dove gli hanno ingessato il braccio, e poi è stato trasferito in Psichiatria dove è rimasto per tre giorni piantonato dalla polizia.

Riproduzione riservata ©