Colpito da infarto nel gabbione, rianimato dai volontari della Misericordia

I confratelli hanno utilizzato il defibrillatore in dotazione del bagno La Playa Felice e hanno salvato il 69enne

di gniccolini

Mediagallery

LIVORNO – Quattro volontari della Misericordia hanno rianimato e salvato un livornese di 69 anni che ieri pomeriggio, domenica 1° settembre, giocava all’interno del gabbione dei bagni La Playa Felice al Calambrone. L’intervento è stato portato a termine con successo intorno alle 18 dopo momenti di vera e propria apprensione. Il 69enne infatti si è accasciato al suolo all’interno del campo da gioco ed è stato prontamente soccorso da quattro bagnanti-volontari abituali clienti dello stabilimento balneare tra Livorno e Pisa.
I confratelli della Misericordia, accorgendosi della situazione, hanno subito praticato le tecniche di rianimazione con sangue freddo e professionalità. La situazione si presentava infatti gravissima in quanto l’uomo riportava una defibrillazione ventricolare. Così è stata necessario l’utilizzo del defibrillatore in dotazione del bagno La Playa, strumento che, unito alla competenza dei volontari, ha letteralmente salvato la vita al 69enne.
Sul posto è poi giunta un’autoambulanza che ha trasportato il paziente al pronto soccorso di Livorno dove nel frattempo era stata allertata la shock room. Il paziente, adesso ricoverato all’Utic, con il proseguo delle ore è stato dichiarato fuori pericolo e in buone condizioni. Vivissimi i complimenti da parte del personale medico dell’ospedale di Livorno ai quattro volontari per la cura e la perizia con la quale hanno svolto una così delicata operazione di soccorso che, in questo caso, ha salvato una vita umana.

Riproduzione riservata ©