Cocaina in auto, pistola e parrucche a casa: arrestato 25enne pizzicato dai carabinieri

L'accusa nei confronti del giovane albanese è di "detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti"

Mediagallery

Un altro arresto messo a segno nel pomeriggio di ieri dai carabinieri di Livorno, impegnati in un’ampia attività volta al contrasto del traffico e dello spaccio di sostanze stupefacenti.
A finire in manette, questa volta, un cittadino albanese, il 25enne Fradiol Iljazi, pregiudicato, residente da tempo in provincia di Pisa. Il giovane straniero, intorno alle 13,00 di ieri, è incappato mentre era a bordo della propria autovettura in un posto di controllo operato congiuntamente dai militari della stazione di Collesalvetti e da quelli del radiomobile. Iljazi si è mostrato, sin dalle primissime fasi del controllo, particolarmente nervoso ed elusivo alle domande, insospettendo i Carabinieri ed inducendoli a procedere ad un più accurato controllo dell’auto. La perquisizione ha infatti consentito di rinvenire un involucro in cellophane contenente circa 220 grammi di cocaina che il giovane albanese aveva pensato bene di nascondere all’interno del cruscotto dell’autovettura. A questo punto, i militari hanno fatto scattare anche la perquisizione presso il domicilio dell’uomo riuscendo, in questo caso, a rinvenire e sequestrare 2 parrucche e una pistola a salve priva del tappo rosso. L’albanese è stato quindi rinchiuso all’interno del carcere di Livorno con l’accusa di “detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti”.

 

Riproduzione riservata ©