Violento duello, chiude noto locale

Licenza sospesa per sette giorni al famoso night club cittadino di viale Italia

Mediagallery

Botte e violenza fuori dal locale dopo un’accesa discussione iniziata all’interno del night club stesso. E’ per questo motivo che il questore di Livorno Marcello Cardona ha disposto la sospensione della licenza, per la durata di sette giorni , dell’attività del night club “Blu’s” in viale  Italia, 26.
Il provvedimento è stato adottato a seguito del grave episodio di violenza che si è verificato nei pressi del locale, nelle prime ore della giornata del 17 maggio scorso, quando gli agenti delle volanti inviati dalla sala operativa per una segnalazione di una lite con feriti hanno constatato effettivamente la presenza di due giovani, poco distanti dal locale notturno, uno dei quali mostrava evidenti ferite al viso con una notevole perdita di sangue. Sul posto è dovuta intervenire anche un’autoambulanza che lo ha trasportato immediatamente  in ospedale.
Dalla ricostruzione effettuata dagli inquirenti di quanto avvenuto, è emerso che poco prima, mentre i due giovani si trovavano all’interno del night, uno dei due aveva iniziato un’accesa discussione con un altro cliente più anziano (il tutto per motivi ancora in corso di accertamento) sfociata in reciproche minacce e in una vera e propria sfida, accettata, a venire alle mani fuori dal locale, dove poi i due si sono affrontati violentemente.
Al termine della colluttazione, durante la quale sembrerebbe essere stato usato anche un bastone, il  giovane ha riportato ferite e lesioni giudicate guaribili in 20 giorni. L’episodio avrebbe potuto avere ulteriori e più gravi conseguenze coinvolgendo anche altre persone. Pertanto, dopo la valutazione della dinamica dei fatti il questore di Livorno, allo scopo di impedire il ripetersi di simili episodi violenti cercando così al meglio di garantire l’ordine pubblico e la sicurezza dei cittadini, ha emesso un provvedimento di sospensione della licenza di cui è titolare il gestore del locale per 7 giorni ai sensi dell’articolo 100 del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza (Tulps).

Riproduzione riservata ©