Cercano ladri di bici, trovano droga e 6mila euro

Gli agenti cercano dei ladri di biciclette e trovano invece degli spacciatori e 6mila euro in contanti all'interno di un'abitazione in via Solferino

Mediagallery

Il via vai nella zona era continuo e anomalo e le segnalazioni dei residenti, insospettiti dal comportamento degli stranieri nullafacenti, precise e puntuali. Giovani stranieri in bicicletta che scorrazzavano a qualunque ora del giorno nella zona di San Marco, responsabili, secondo i cittadini, dell’incremento vertiginoso nella zona dei piccoli furti, in particolare, di biciclette. Nel quadro di più ampi servizi di contrasto alla criminalità diffusa, la questura di Livorno, attraverso gli agenti della Squadra Mobile, dopo alcuni appostamenti nei pressi di uno stabile in via Solferino, ha fatto irruzione all’interno dell’appartamento al primo piano da dove era stato visto uscire un tunisino noto per alcuni precedenti di polizia.
All’interno della casa, nella quale si trovava un altro tunisino, sono state ritrovate sostanze stupefacenti come eroina ed hashish, materiale che serve al “taglio” alla pesatura ed alla suddivisione in “dosi” della sostanza stupefacente ma, soprattutto, la somma di euro 6.000 circa suddivisa in banconote di vario taglio da 50 e 20 euro.
I due uomini sono stati quindi indagati a piede libero per detenzione di stupefacente ai fini di spaccio (art. 73 d.p.r. 309/90). Si tratta di: A.K., tunisino classe ‘92, pregiudicato, per reati concernenti lo spaccio di sostanze stupefacenti e du  N.J., Tunisino classe ‘81, pregiudicato, per reati concernenti lo spaccio di sostanze stupefacenti.

 

Riproduzione riservata ©