Causano incidente e scappano inseguiti dalla folla

Mediagallery

A bordo di una Polo si danno alla fuga dopo aver causato un sinistro stradale (nelle foto di Simone Lanari), inseguiti dalla folla inferocita abbandonano il mezzo e fuggono a piedi ma vengono presi. Il fatto è accaduto intorno alle ore 10 del 28 ottobre, in piazza XI maggio, dove, a seguito di un incidente stradale, uno dei mezzi coinvolti si era dato alla fuga. Immediatamente allertate le pattuglie presenti sul territorio si sono portate in zona. Nel mentre un gruppo di cittadini aveva provveduto a fermare uno dei due occupanti coinvolto nell’incidente stradale in piazza II Giugno.
In particolare un testimone, un livornese di anni 52, ha riferito alla pattuglia che mentre era in compagnia della propria moglie in piazza XI Maggio, ha udito un violento colpo e girandosi ha visto uno scooter a terra che era stato appena urtato da una Polo di colore verde con all’interno due persone. Secondo quanto riferito dal testimone, il conducente dell’auto incurante di quanto accaduto si era dato alla fuga. Così ha fermato un giovane in scooter e insieme a lui si è messo all’inseguimento della macchina fino a via della Cappellina dove, dopo aver abbandonato l’auto, i due sono scappati a a piedi. La fuga è terminata in piazza II Giugno, quando un gruppo di cittadini che aveva assistito all’accaduto, li ha fermati. Uno dei due giovani è riuscito comunque a divincolarsi riuscendo ancora una volta a  scappare in direzione via Garibaldi e facendo perdere le proprie tracce. L’altro giovane invece è stato immediatamente preso in consegna dalla pattuglie che si era portata in zona velocemente. Il giovane, identificato per S.E. di anni 28 di nazionalità albanese, in Italia senza fissa dimora, è risultato avere in atto un decreto di espulsione dal territorio nazionale del 2013 emesso dal Questore di Rimini.
Mentre  in piazza XI Maggio veniva richiesto l’intervento della polizia municipale per i rilievi dell’incidente, lo straniero è stato accompagnato in questura per ulteriori accertamenti. Qui gli è stato notificato un nuovo decreto di espulsione immediatamente eseguito con l’accompagnamento coatto all’aeroporto internazione di Roma Fiumicino e il conseguente imbarco sul volo per l’Albania. In merito all’incidente, in cui lo straniero non aveva responsabilità in quanto passeggero, ulteriori accertamenti hanno permesso di scoprire che la Polo era sprovvista di una copertura assicurativa valida.
Non è finita qui. Mentre gli agenti erano intenti a far salire il giovane albanese a bordo della volante parcheggiata nel piazzale della Questura per accompagnarlo a Fiumicino, un ragazzo mentre attraversava il parcheggio, incurante della presenza delle numerose persone, ha iniziato ad urlare ed inveire verso le divise cercando di farli desistere dal loro operato. Immediatamente raggiunto e fermato il giovane, identificato per L.Z. di anni 20 nato in Romania, è stato denunciato in stato di libertà per il reato di oltraggio a pubblico ufficiale.

Riproduzione riservata ©