Scarcerato il venditore senegalese che ha ferito il vigile. L’arresto in diretta

Il trentenne avrà l'obbligo di firma fino al 27 gennaio, quando si dovrà presentare davanti al giudice

Mediagallery

ROMANO (IDV): SOLIDARIETA’ AI VIGILI – CLICCA E LEGGI

Come di consueto potrete trovare il link, in questo caso alla fotogallery di Simone Lanari dell’arresto in diretta, in fondo all’articolo

E’ stato scarcerato questa mattina il venditore senegalese che venerdì mattina ha ferito un agente della polizia municipale dopo un controllo in piazza Guerrazzi. Il trentenne avrà l’obbligo di firma fino al 27 gennaio, quando si dovrà presentare davanti al giudice. Nel frattempo gli è stato anche revocato il permesso di soggiorno. In tribunale, in mattinata, erano arrivati alcuni agenti per vigilare la situazione vista la presenza di una ventina di senegalesi presenti in via Falcone e Borsellino in attesa di notizie del loro compagno.

I fatti – Doveva essere un normale controllo degli agenti in borghese della polizia municipale nei confronti di un cittadino senegalese di circa 30 anni che stava trasportando una borsa di plastica con all’interno della merce contraffatta. Ma così non è stato. E il controllo si è trasformato in parapiglia.
E’ accaduto intorno alle 9.45 del 17 gennaio in piazza Guerrazzi quando i due uomini della municipale coordinati dal dottor Fabio Cerini hanno chiesto i documenti al venditore ambulante per verificare la regolare posizione sul territorio nazionale. Gli agenti in borghese così si qualificavano mostrando le tessere di appartenenza al Corpo e specificando di essere della polizia municipale. L’extracomunitario per tutta risposta iniziava ad offenderli pesantemente con frasi ingiuriose e nonostante i ripetuti inviti non mostrava alcun documento tanto che i due poliziotti erano costretti ad accompagnarlo al comando per l’identificazione.
Il 30enne ha quindi reagito violentemente dando in escandescenze e cercando di darsi alla fuga. Immediato il breve inseguimento dei vigili che lo hanno braccato pochi metri dopo.
Nella colluttazione uno dei due è rimasto gravemente ferito al tendine della mano ed è stato in seguito visitato e refertato al pronto soccorso di Livorno dove i medici hanno diagnosticato una prognosi di 30 giorni (forse sarà necessario un intervento chirurgico per ricostruire i tendini lesionati). Sul posto sono intervenute altre due pattuglie della Municipale chiamate in supporto dagli agenti coinvolti e un’auto della polizia di stato.
Il senegalese è stato invece portato  negli uffici della polizia giudiziaria della Municipale dove è stato identificato e successivamente arrestato, dopo il nulla osta del pm di turno Di Bugno,  per resistenza a pubblico ufficiale e lesioni. A seguito di ulteriori controlli e perquisizioni all’interno del borsone che portava con sé sono stati rinvenuti diverse paia di scarpe con marchi contraffatti destinati ad essere presumibilmente venduti nella vicina piazza Cavallotti.

Riproduzione riservata ©