Tre cani maltrattati liberati dai vigili dopo un esposto. Micio nel motore salvato e adottato

Mediagallery

Tre cani (meticci, due maschi e una femmina di taglia media) sporchi, spaventati, tremanti, sono stati “liberati” dalla polizia municipale (Sezione Territoriale Sicurezza) insieme ai vigili del fuoco, da un appartamento Erp in via Don Albertario (leggi qui del salvataggio del un gattino in zona Mercato).
L’operazione è scattata a seguito di esposti e segnalazioni (anche da parte di Casalp) all’Ufficio Tutela Animali e alle Guardie Zoofile riguardanti la presenza di cani, probabilmente maltrattati, e di odore nauseabondo anche nel vano scala, presenza di mosche e carenza di igiene. Gli agenti hanno fatto alcuni sopralluoghi e assunto informazioni da condomini del proprietario dei cani. Durante il primo sopralluogo hanno verificato che fuoriusciva urina da sotto il portoncino d’ingresso e che dalle fessure di quest’ultimo proveniva anche un acuto odore di feci. Sulla soglia d’ingresso dell’appartamento, sul pianerottolo e sulle scale hanno trovato evidenti tracce di feci calpestate e il vano scale invaso da mosche. Entrati nell’appartamento gli agenti hanno trovato tre meticci (due di taglia piccola e uno grande), in cattive condizioni e con difficoltà nella stabilità delle zampe.
Il magistrato ha disposto il sequestro dell’appartamento e contestualmente ha disposto anche il sequestro degli animali per probabile maltrattamento. I tre cani sono stati portati in un canile convenzionato e sarà chiesto il dissequestro per poterli eventualmente dare in affido.

Riproduzione riservata ©

Photogallery