Calafuria, salvati 5 livornesi in balia delle onde

La Guardia Costiera di Livorno, ricorda l’importanza del Numero Blu 1530, per la segnalazione di tutte le emergenze in mare, attivo 24 ore su 24 su tutto il territorio nazionale

Mediagallery

Un gruppo di 5 livornesi è stato tratto in salvo dalla Capitaneria ieri pomeriggio. La comitiva si trovava di fronte Calafuria su una barca a vela, chiamata Cormorano”, quando per una avaria al motore e il conseguente peggioramento del meteo che ha reso difficoltoso l’uso delle vele, è stato necessario dare l’allarme. L’unità si è trovata alla deriva a poche centinaia di metri dalla scogliera.
La richiesta di aiuto ha fatto scattare, immediati, i soccorsi della Guardia Costiera partita dal porto con la Motovedetta CP 867. Giunta in zona la motovedetta della Guardia Costiera, con non poche difficoltà data la vicinanza alla scogliera, ma con straordinaria perizia marinaresca, è riuscita ad avvicinarsi alla barca a vela lanciando un cavo per il rimorchio e tirandola fuori dagli ormai prossimi bassi fondali rocciosi che ne avrebbero causato la perdita e, ancor peggio, un serio rischio per la vita delle persone imbarcate. Una volta fuori pericolo l’imbarcazione è stata assistita con un cavo fino al rientro a Livorno.
Gli uomini a bordo, tutti residenti a Livorno, F.G di 74 anni, skipper dell’imbarcazione, G.A. di 73 anni, R.F. di 62 anni, un albanese di 44 anni S.F. e, infine D.B, di 49 anni, stremati ed impauriti ma illesi sono giunti in porto alle 21.35 scortati dalla Guardia Costiera.

La Guardia Costiera di Livorno, ricorda l’importanza del Numero Blu 1530, per la segnalazione di tutte le emergenze in mare, attivo 24 ore su 24 su tutto il territorio nazionale.

Riproduzione riservata ©