Sul bus con i cani e scoppia il caos

Mediagallery

Volevano salire sul bus di linea numero 4 portando con loro i loro cani di taglia media con guinzaglio ma senza museruola. Come da normativa vigente l’autista dell’autobus del Ctt Nord ha impedito che questo accadesse suscitando le veementi polemiche dei due giovani livornesi, un ragazzo di 27 e una ragazza di 22 anni. Il tutto è accaduto intorno alle 18,30 in via Garibaldi all’altezza del civico 45. Due autobus fermi in fila alla fermata, le porte del primo che si aprono per far salire i passeggeri e la coppia di giovani che prova a far salire sul mezzo pubblico con sé i loro due amici a quattro zampe. Poi il diniego e la  conseguente lite  che si è subito scatenata tra l’autista e i due ragazzi. In pochi istanti in strada si è assiepata così una folla di curiosi che ha assistito al diverbio. Un passante, notando che i toni si stavano surriscaldando, ha telefonato al 113 facendo così intervenire una volante i cui agenti, a sua volta, hanno chiesto l’ausilio di una seconda pattuglia. La discussione, all’arrivo dei poliziotti, si è fortunatamente attenuata in pochi minuti. Gli agenti hanno ascoltato le parti e fatto ripartire i due autobus che hanno ripreso il loro normale percorso tra le strade della città.
“La  norma che vieta ai cani di salire senza guinzaglio e senza museruola non è  una restrizione ma si tratta di una norma di buon senso – spiega Bruno Bastogi, dirigente Ctt Nord di Livorno – Anche a seguito dei recenti fatti finiti sulle cronache cittadine cogliamo l’occasione per invitare tutti a seguire questa normativa. Mi preme sottolineare – continua Bastogi – che proprio di recente è stato fatto un incontro con il responsabile Asl e l’ufficio animali del Comune di Livorno e il nostro regolamento Ctt in materia di animali risulta già essere molto permissivo al riguardo dell’ingresso di animali sui mezzi di trasporto pubblico”.

Riproduzione riservata ©