Buona notizia. Bimbo di 2 anni intrappolato in auto, liberato (con una gruccia) dai pompieri. E i cittadini applaudono

Mediagallery

Bimbo di 2 anni rimane chiuso in auto, liberato dai vigili del fuoco con una gruccia, sì una “gruccetta” (alla livornese) di quelle impiegate per appendere gli abiti. “E’ accaduto intorno alle 18 in via Grande e per fortuna tutto si è risolto per il meglio – spiega il caposquadra dalla centrale operativa dei vigili del fuoco – anche grazie al fatto che il piccolo è rimasto tutto sommato tranquillo, facilitandosi così il nostro lavoro”.
La mamma, sulla trentina, aveva posteggiato la sua Tiguan Volkswagen in uno dei parcheggi blu poco prima dell’ex Gran Guardia. E’ uscita dall’abitacolo e per una disattenzione  la portiera nel chiudersi ha fatto scattare la serratura. La chiave era rimasta nel sedile anteriore, lato passeggero, mentre il piccolo era seduto dietro.
Partita la segnalazione, sul posto sono arrivati i pompieri che con una manovra improvvisata hanno risolto la situazione. “I finestrini erano tutti chiusi – racconta il caposquadra – così abbiamo preso una gruccia da un negozio e l’abbiamo piegata, poi forzando un po’ la portiera, senza romperla, attraverso la guarnizione, siamo riusciti ad aprire la porta e a ripescare le chiavi. Il bambino è stato davvero bravo perché non ha mai pianto, mentre la mamma era visibilmente preoccupata. In tutto abbiamo lavorato 5 minuti. Per fortuna non abbiamo dovuto rompere il vetro”.
Le fasi concitate sono state seguite da un capannello di persone che al termine ha pure applaudito l’ottimo lavoro della squadra che ha consentito alla giovane madre di riabbracciare il proprio figlio.

 (foto gentilmente concesse dalla nazione.it)

Riproduzione riservata ©