Due in manette per spaccio al porto

Mediagallery

Nel quadro di un ampio servizio di controllo della città (nei quartieri di Corea, Shangai, piazza Garibaldi, Guglia, via Terrazzini, stazione ferroviaria, viale Italia), finalizzato al contrasto del traffico e dello spaccio di stupefacenti, sono stati tratti in arresto, in flagranza di reato, un tunisino, classe 76, irregolare nel territorio nazionale, e un uomo di Cecina, classe 68. Nei pressi del porto Mediceo la polizia ha notato la presenza di un cittadino extracomunitario che, dopo aver confabulato con un italiano, gli passava degli oggetti ricevendo in cambio del denaro. I poliziotti hanno bloccato i due soggetti i quali tentavano di disfarsi di alcuni involucri in cellophane prontamente recuperati contenenti 6,6 grammi di eroina e 0,9 grammi di hashish, oltre a un bilancino di precisione e centinaia di euro provento dell’attività di spaccio. Dalla vendita dello stupefacente sequestrato, già suddiviso in dosi per lo smercio, sarebbe stato ricavato un guadagno di 1.000 euro circa (euro 50 a dose di cocaina, euro 30 a dose di eroina e euro 10 al grammo di hashish).

 

 

Riproduzione riservata ©