Forzano la porta ed entrano in casa: arrestate tre nomadi per tentato furto

di gniccolini

Mediagallery

LIVORNO –  Sono state colte sul fatto da un vicino di casa mentre uscivano da un appartamento del primo piano in un condominio di via Ascoli (zona Fabbricotti). E’ successo ieri pomeriggio, lunedì 5 agosto, intorno alle 16,30 quando un cittadino residente nel palazzo, entrando nell’androne, ha sentito degli strani rumori provenire dal primo piano. Salendo le scale ha notato una donna che stava davanti alla porta socchiusa dell’appartamento della vicina che stava cercando di nascondere qualcosa con malcelata nonchalance.
L’uomo non riconoscendo la giovane come una condomina ha subito chiesto cosa ci facesse lì. Nel mentre pronunciava la frase sono uscite altre due giovani dall’interno dell’appartamento cercando di chiudersi la porta dietro di loro. Tentativo andato a vuoto in quanto la porta, ormai scassinata, non riusciva a rientrare nei cardini e a chiudersi a dovere.
Dopo un vano tentativo di fuga da parte delle tre nomadi, l’uomo è riuscito a bloccarle  e ha quindi  telefonato alla polizia che si è recata in via Ascoli con due volanti.
Le tre nomadi sono state arrestate per tentato furto aggravato in concorso tra loro. Si tratta di tre giovani donne senza fissa dimora: Castrati Aferdita di 20 anni, Miliana Stoianovic di 25 e Kristina Iankovic di 24.
Addosso due di loro avevano cacciaviti, grimaldelli, chiavi inglesi e altri oggetti utilizzati per scassinare. Nelle loro tasche soltanto qualche monile in oro e un paio di orecchini.
Le tre donne verranno giudicate in giornata in tribunale per direttissima. Una delle tre era ricercata perché deve scontare una pena di 14 anni.

Riproduzione riservata ©