ESCLUSIVO Ripresa a derubare benzinaio

Mediagallery

Quilivorno.it raccontò la storia mostrando in esclusiva le immagini del borseggio (che riproponiamo nel link in fondo all’articolo). Nicola Ricciuti, titolare della pompa di benzina Ip di viale Ippolito Nievo, aveva scelto il nostro quotidiano online per raccontare e far vedere come e da chi è stato derubato del suo portafoglio contenente circa mille euro lo scorso lunedì 17 novembre. A distanza di due mesi dall’episodio la questura di Livorno ha arrestato Maida Ahmetovic, donna di etnia “Rom”, nata nel 1973 . La donna è finita in manette per il reato di furto fraudolento con destrezza proprio grazie all’utilizzo delle immagini di video-sorveglianza (che abbiamo pubblicato qui in pagina) con le quali la polizia è riuscita ad individuare la donna e ad assicurarla alla giustizia. .
Il racconto del gestore della pompa di benzina – “Erano circa le 18.10 ed io ero all’interno del mio ufficio qui al distributore – spiega Nicola – Ad un certo punto è entrata questa nomade chiedendomi degli spiccioli e mostrando una mano fasciata che ho intuito troppo tardi essere finta. Dopo alcune insistenze le ho dato solo qualche spicciolo ma lei mi metteva continuamente le mani addosso (come si può vedere benissimo nel video ndr) confondendomi con le sue preghiere di elemosina. Ad un certo punto – continua Ricciuti -sono riuscito a farla uscire dal mio ufficio approfittando dell’ingresso del mio collega. Subito dopo sono andato insieme a lui a prendere un caffè al bar ed è lì che mi sono accorto di non avere più i mille euro che avevo in tasca prima, ma della nomade ormai non c’era più nessuna traccia. Così non mi è rimasto altro da fare che chiamare le forze dell’ordine″.

Riproduzione riservata ©