Anziana legata alla sedia e rapinata in casa. La squadra mobile cerca tre banditi

di gniccolini

Mediagallery

Legata alla sedia e imbavagliata da tre banditi. E’ questo quanto accaduto intorno alle 22, di sabato 12 aprile, in via Amendola 38, nel quartiere Corea. Stando a quanto ricostruito dagli agenti di polizia intervenuti sul posto, tre uomini con un accento straniero si sarebbero introdotti all’interno della casa della donna ultraottantenne che abita al piano terra di una palazzina di due piani insieme alla sorella di qualche anno più giovane e inferma a letto.
I malviventi avrebbero suonato al campanello. L’anziana avrebbe aperto perché, non capendo bene chi fosse al citofono, ha pensato che fosse un suo parente. Una volta dentro l’abitazione non si sarebbero preoccupati della sorella allettata e avrebbero legato i polsi dell’anziana alla sedia di cucina per poi imbavagliarla e cercare di capire dove nascondesse la cassaforte per cercare di smurarla e portarsela via. Non riuscendo nel loro intento criminale, dopo circa un’ora si sono allontanati portando via soltanto qualche banconota (circa 70 euro in contanti trovati in un borsellino) e alcuni gioielli.
Soltanto verso l’una di notte la signora è riuscita a liberarsi. Poi è salita al piano di sopra chiedendo aiuto ad un vicino che ha quindi lanciato l’allarme al 113 e al 118. Sul posto si sono recati i volontari della Svs, con medico, il quale ha potuto constatare il buono stato di salute della donna, nonostante il grande spavento subito. Insieme all’ambulanza anche una volante della polizia. I tre rapinatori, in base al racconto della ultraottantenne, non sarebbero stati armati (ma con volto coperto da una calza) e si sarebbero allontanati uscendo dall’ingresso principale del condominio facendo poi perdere le loro tracce. Domenica mattina, 13 aprile, la pratica è passata in mano alla squadra mobile che sta indagando sul caso.

Riproduzione riservata ©