Al mare in auto ubriaco, si addormenta all’alcoltest. Agente fuori servizio lo affianca e lo blocca

Oltre alla denuncia per guida in stato di ebbrezza ora dovrà assicurare obbligatoriamente il veicolo e pagare una sanzione di 841 euro per la mancanza di assicurazione e 169 per la mancata revisione

Mediagallery

Erano circa le 10 del 23 agosto quando un agente di polizia municipale mentre si recava al mare durante il proprio riposo domenicale ha notato in via Quaglierini, direzione Calambrone, un’auto fortemente incidentata. Accortosi dell’andatura incerta ha così deciso di seguire il conducente per un breve tratto. La vettura, una Fiesta, stava procedendo a zig zag, a tratti rasentano il ciglio stradale. Prontamente il vigile fuori servizio, resosi conto della potenziale pericolosità, ha affiancato il mezzo e, mostrando il tesserino di servizio, ha costretto l’automobilista a fermare la marcia. A bordo c’erano tre peruviani, residenti a Livorno, in evidente stato di ubriachezza. Il conducente, 61 anni, si è subito alterato dicendo, contrariamente all’evidenza, che non era lui a condurre il veicolo, indicando come guidatore il passeggero che sedeva alla sua destra. Il vigile richiedeva l’intervento immediato dei colleghi in servizio che prontamente hanno sequestrato l’auto e accompagnato lo straniero, proprietario dell’auto, al Comando di Polizia Municipale. L’uomo aveva ingerito talmente tanto alcol da non riuscire neanche a soffiare nell’etilometro addormentandosi subito dopo. A seguito di accertamenti l’auto è risultata senza assicurazione e senza revisione. Il proprietario, oltre alla denuncia per guida in stato di ebbrezza, dovrà assicurare obbligatoriamente il veicolo e pagare una sanzione di 841 euro per la mancanza di assicurazione e 169 per la mancata revisione. Grazie alla prontezza e al senso del dovere del vigile fuori servizio è stata probabilmente evitata una tragedia.

Riproduzione riservata ©