Ai domiciliari ma…è al circolo a giocare a biliardo

Mediagallery

Lo hanno pizzicato a bere birra e a giocare a biliardo con alcuni connazionali, noncurante del fatto che in realtà fosse sottoposto agli arresti domiciliari. E’ finito così di nuovo in manette, con l’accusa di “evasione”, il 31enne, Costel Spataru, un pregiudicato rumeno da tempo residente a Livorno, arrestato nella serata di sabato dai carabinieri del nucleo radiomobile della compagnia.

In realtà, i militari erano già da alcuni giorni sulle sue tracce in quanto dovevano eseguire nei suoi confronti un ordine di custodia in carcere emesso dall’autorità giudiziaria rumena. Spataru, infatti, doveva scontare ancora una pena residua di tre anni per il reato di guida in stato di ebbrezza, commesso tempo fa proprio nel paese di origine. L’uomo si era però reso irreperibile da alcuni giorni, fin quando sabato sera i carabinieri lo hanno sorpreso all’interno del circolo ricreativo di via Pina d’Oro, nelle vicinanze di piazza della Repubblica, frequentato da cittadini rumeni. L’uomo, alla vista dei militari, non ha opposto resistenza e, una volta ammanettato, è stato condotto in carcere.

Riproduzione riservata ©