Aggredito capotreno sui binari: mani fratturate

Mediagallery

Un capotreno livornese di 34 anni, Dario Angiuli, è stato aggredito sui binari della stazione di Lucca riportando la frattura delle mani (ecco come è stato ridotto nella foto tratta da Fb). Dario prova a guardare il bicchiere mezzo pieno: “Sto bene. Grazie a tutti per i messaggi di solidarietà”. Tutto è scaturito al momento in cui il dipendente delle Ferrovie avrebbe chiesto il biglietto ad un clochard di circa 25 anni trovato a dormire sul convoglio. Non avendo il ticket, il capotreno avrebbe dunque seguito le procedure: avvisare la polizia ferroviaria del fatto e poi accompagnarlo fuori dal vagone per poter far partire così il convoglio. Ma proprio in quel momento, sui binari, è stato aggredito dal passeggero. Ne è nata una breve colluttazione nel corso della quale il ferroviere è caduto fratturandosi entrambe le mani. L’aggressore però è poi riuscito a dileguarsi. Sul posto sono intervenuti i volontari del 118 che hanno soccorso il capotreno livornese trasportato in seguito al pronto soccorso dell’ospedale di Lucca dove sono state confermate due microfratture a entrambe le mani che sono state ingessate. Il treno regionale 3027 Lucca Firenze è stato cancellato e i passeggeri sono ripartiti con il convoglio successivo. L’episodio purtroppo però non rimane isolato: si tratta dell’ennesima aggressione a un ferroviere in toscana: è il terzo episodio accaduto nel giro di sette giorni nella stazione di Lucca.

Riproduzione riservata ©