Addio in musica in ospedale all’amico cantante

Mediagallery

Si è spento in un letto di Cure Palliative Sergio Corsani, 79 anni, dopo aver espresso il suo ultimo desidero: “voglio andarmene con la musica in testa e nel cuore” (clicca sul link in fondo all’articolo per vedere il video dell’ultimo concerto per Sergio, immagini parzialmente oscurate per non urtare la sensibilità dei nostri lettori e per rispettare la privacy dell’ammalato). Così gli amici di una vita, insieme ai parenti più stretti e allo storico consigliere dell’Associazione Cure Palliative Onlus, Umberto Vivaldi, hanno deciso di organizzare per Sergio un addio in musica per lui che la musica ha sempre avuto un’importanza particolare nella sua vita. Sergio ha lavorato in ospedale come magazziniere ma appena poteva si buttava a capofitto tra note e canzoni, dietro a un microfono per sognare e regalare emozioni. Era il 1952 quando già era protagonista nel trio dell’Orchestra Nenci (come si può vedere nella foto in bianco e nero pubblicata in pagina). Sergio ha vissuto facendo vibrare le sue corde vocali, riempiendo le sale da ballo con la sua voce, le feste con la sua melodia. Adorava il classico e il vernacolo. Una vera e propria passione che lo ha accompagnato su tanti palcoscenici cittadini e non solo.
Così all’interno del reparto di Cure Palliative ecco che Giovanni Franco alla fisarmonica  e  Gigi Bargelli alla chitarra e alla voce hanno tributato l’ultimo concerto a Sergio Corsani. My Way di Sinatra, New York New York e i grandi classici che Sergio cantava sempre sono riecheggiati tra le quattro mura della stanza dove Sergio stava trascorrendo gli ultimi attimi della sua gioiosa vita.
Corsani si è spento ieri pomeriggio dopo una lunga malattia che aveva fronteggiato a viso aperto, senza paura, coraggiosamente fino agli ultimi istanti. Sette anni di battaglia contro un male incurabile che alla fine ha avuto la meglio su un uomo che ha sempre affrontato la strada da percorrere con una nota sulla bocca.

 

Riproduzione riservata ©