90enne scippata nell’androne: “Avevo tutto in borsa”

di gniccolini

Mediagallery

Aveva appena prelevato la pensione (2300 euro) alle poste centrali di via Cairoli e stava rincasando accompagnata da un volontario in servizio per l’associazione di volontariato A.pi.ci. Ma proprio all’interno dell’androne di casa lo scippo. E’ accaduto alle 11.40 in via delle Grazie, al civico 18. Vittima del furto con strappo della borsa una signora anziana di 90 anni che vive sola all’ultimo piano del condominio in pieno centro.

Il tutto è accaduto in pochi istanti e in maniera sospetta. Una donna in stato interessante cade rovinosamente proprio davanti all’ingresso del palazzo dove abita la novantenne e urla dal dolore. L’assistente sociale si distrae un attimo e si precipita a soccorrere la donna incinta telefonando subito ad un’ambulanza per quanto appena accaduto. Nel mentre l’anziana apre il portone e si introduce all’interno del condominio quando, da dietro, irrompe un uomo, alto circa un metro e 75 centimetri, con calvizia incipiente, che da dietro le strappa la borse e, approfittando del momento di confusione creato dalla caduta della donna incinta, si allontana correndo velocemente in via Borsi.
Quando l’assistente dell’A.pi.ci. si accorge di quanto è accaduto è troppo tardi: il ladro è fuggito, l’ambulanza per la signora in stato interessante è arrivata, e la borsa con all’interno la pensione e i documenti della novantenne volatilizzata con il malvivente in fuga. A quel punto scatta la telefonata al 113 che invia sul posto due volanti. Gli agenti intervenuti raccolgono la testimonianza del volontario dell’associazione A.pi.ci. e di un altro passante che racconta di aver visto un uomo, con un bomber di colore grigio, scappare e correre veloce in via Borsi in direzione viale Marconi.

L'ANZIANA SCIPPATA IN VIA DELLE GRAZIE

L’ANZIANA SCIPPATA IN VIA DELLE GRAZIE

L’anziana a quel punto è scoppiata in un pianto dirotto: “Dentro quella borsa c’era tutto. La mia pensione, il mio bancomat, il cellulare. Avevo più di duemila euro di pensione! Per fortuna che porto sempre le chiavi di casa attaccate al collo (e mentre lo dice le mostra ai poliziotti ndr) altrimenti non sarei neanche entrata nel mio appartamento”.
La signora, molto conosciuta nel quartiere per la sua forza che le consente di condurre una vita autonoma nonostante l’età, è con tutta probabilità stata seguita da via Cairoli dallo scippatore. Adesso starà alla polizia capire se è possibile tramite le immagini della video-sorveglianza delle poste riuscire a scovare il malvivente e capire se in qualche maniera l’episodio della donna incinta (portata al pronto soccorso dalla Misericordia di Livorno) è in qualche maniera collegato allo scippo.

Riproduzione riservata ©