Il cardinal Ruini sbarca in Capraia. Il Vaticano mette gli occhi sull’ex carcere dell’isola. FOTO

Mediagallery

CAPRAIA ISOLA – Un arrivo atteso e importante quello del cardinal Ruini sull’isola di Capraia. Il prelato, arrivato martedì con il traghetto delle 12,15 e ospite all’Hotel Saracino, soggiornerà sulla verdeggiante isola livornese per circa dieci giorni. Solo riposo? Non è detto. L’arrivo del cardinale, fino a pochi mesi fa presidente della Cei, sembra teso a mettere gli occhi sull’ex carcere in località La Mortola. La struttura ormai fatiscente sulle colline capraiesi infatti sembra vista di buon occhio dal Vaticano che avrebbe mandato in avanscoperta il cardinale per un sopralluogo.
L’idea, nata e caldeggiata  dal nostro vescovo Giusti, sarebbe quella di ristrutturare l’ex penitenziario e renderlo un centro di catechesi ma anche di turismo religioso.
Intanto oggi, Ferragosto, sarà proprio il cardinale Camillo Ruini a celebrare e a condurre la tradizionale processione della Madonna Assunta che prenderà il via nel tardo pomeriggio dalla chiesa di San Nicola al porto.
La visita di Ruini, attualmente presidente del comitato scientifico e della fondazione Ratzinger, è stata preceduta da altri incontri con lo stesso vescovo Simone Giusti.
Se il progetto dovesse andare in porto non mancherebbero certo i lavori da fare come la strada fino al molo, riallacciare i collegamenti elettrici e idrici e rimboschire la zona ormai priva di alberi ad altro fusto. Un progetto dunque che potrebbe rilanciare il turismo nell’isola?
E voi cosa ne pensate? Dite la vostra lasciando un commento qui sotto l’articolo

 

Riproduzione riservata ©