Burger King inaugurato da Paolo Ruffini

di letizia

Mediagallery

Dynamo Camp- Burger King ha aperto a Livorno, in via Firenze 27, e lo ha fatto pensando ai giovani, ai più piccoli, vera risorsa da sostenere. Le famiglie Lazzi e Lisi hanno deciso di fare per loro qualcosa di più concreto, di compiere un gesto di solidarietà che sia il primo di una lunga serie (clicca sul link in fondo all’articolo per vedere le foto del nuovo locale all’interno della gallery di Simone Lanari e il video dell’inaugurazione di Alberto Vincenzoni). Per salutarne l’arrivo su terra labronica varie iniziative e un testimonial d’eccezione, coinvolto da Burger King, Paolo Ruffini, livornese doc, conduttore, attore e regista.
E’ così che l’inaugurazione è diventata l’occasione per iniziare a sostenere Dynamo Camp (www.dynamocamp.org), la Onlus con sede nel pistoiese (Limestre) di cui Arranger Consulting è nuovo Ambasciatore. Partecipare alla scelta del franchisee è semplice e farà guadagnare sorrisi oltre che fondi per l’Associazione: dal 29 novembre al 10 dicembre basterà acquistare un MENU’ qualsiasi per devolvere automaticamente Euro 0,30 al progetto Dynamo. Il raggiungimento della quota di Euro 5000 andrà devoluta interamente a sostegno dell’ospitalità di bambini affetti da patologie gravi e croniche per una vacanza presso il Camp di Terapia Ricreativa.

IL LAVORO – Nona apertura per Arranger Consulting. Il nuovo “Drive Burger King” arriva a distanza ravvicinata da quelli di Arezzo e Signa, inaugurati a Settembre, e dai prossimi di Valdarno (GR) e Massa e Cozzile (PT) che apriranno a Dicembre. Un’espansione rapida, un crescendo occupazionale che fa ben sperare anche in termini professionali, visto che all’interno di casa BK fare carriera non solo è possibile ma è una certezza. Lo sanno bene quei ragazzi che, grazie alla determinazione e al gioco di squadra, sono passati in breve tempo dalla crew all’altra parte del “banco” finendo per reclutare a loro volta una trentina di coetanei durante le selezioni open air di queste ultime settimane. I giovani assunti, tutti under 29, sono pronti da oggi a lavorare per l’Hamburger Restaurant -“non chiamiamolo Fast Food” – il cui nome, Alessandro e Francesca Lazzi, con il consueto supporto degli advisor David, Nicolò e Iacopo Lisi, hanno contribuito a far crescere in modo esponenziale sia a livello regionale che nazionale.

IL LOCALE – Tanti gli intrattenimenti oltre quelli che passeranno dalla cucina: nei 665 m quadri a disposizione vi è una hall di 297 mq con 280 comode sedute, una sala feste con 25 posti, un vano cinema 8D con 8 poltroncine, una virtual Playland per far divertire i più piccoli. All’esterno, dove prossimamente sorgerà un’area ludica di grande impatto, vi è il Dehor che accoglie fino a 60 persone alla volta e un Dog Bar per il ristoro degli amici a 4 zampe. Completano l’offerta un parcheggio per 100 auto e uno spazio riservato ai veicoli elettrici.

 

 

 

 

 

 

Riproduzione riservata ©