Fb, botta e risposta Marmugi-Nogarin

Mediagallery

Botta e risposta fra Claudio Marmugi e il candidato 5 Stelle, Filippo Nogarin. E’ andato in scena su Facebook. Il comico livornese ha detto la sua a proposito del voto che esprimerà al ballottaggio e il candidato 5 Stelle gli ha risposto.

Marmugi (post del 31 maggio) –  Bimbi, ve lo dio subito, magari non vi interessa saperlo, c’ho ragionato un mucchio, ma io non ce la faccio a votare 5 Stelle. Son di sinistra, non ci posso fare nulla. Con tutto il rispetto per il candidato Filippo Nogarin che è veramente, ma veramente, una brava persona, ciò nonostante, sempre di 5 Stelle è. E in quel movimento ci ravvedo tanta confusione. Lo so, voi mi risponderete che “qui si parla del bene di Livorno, non dell’Italia”, qualcuno dirà anche, e a ragione, “cos’ha fatto il PD in 70 anni?”, è vero, ma a questo punto sono abbastanza sicuro, per quanto Renzi non mi faccia impazzire (sarei incoerente se lo dicessi, alle Primarie ho sempre perso, ho appoggiato prima Franceschini e poi Bersani) che il rinnovamento interno al Partito arrivi anche qui. Chiamatelo conservatorismo, chiamatela insicurezza per l’alternativa uscita fuori dalle urne (lo sappiamo tutti, se ci fosse stato Andrea Raspanti al ballottaggio molti avrebbero avuto meno dubbi su cosa fare), ma 5 Stelle, ‘un ce la fo. Molti degli amici di 5 Stelle mi hanno già detto e mi diranno: “Ma non ci pensi ai tuoi figli? Cosa gli racconti?”. Olivia, la mi’ figliola è nata il 21 gennaio: la prima cosa che ha saputo è “Sei nata lo stesso giorno del Partito Comunista” (la seconda non saprà mai che è nata il 29 settembre, il solito giorno di Berlusconi). Fate la scelta che ritenete più giusta. Vi voglio bene a tutti”.

Nogarin (2 giugno) – Claudio ti manifesto anche io pubblicamente la mia stima per te. Indipendentemente dal tuo prendere una posizione contro il M5S in nome di una sinistra alla quale dici di appartenere per motivi ideologici. Sappi che sono convinto che la vittoria al di la di tutto è della città già da adesso. La vittoria sta nel ritrovare una vitalità nel dibattito politico che per molti anni è mancata a causa di un’impermeabilità del Pd che è diventato autoreferenziale. Credo fermamente che attraverso il dialogo onesto, libero e spontaneo stia la crescita reciproca. Hai tutta la mia stima anche per come ti sei esposto. Io sono uno di quelli che ti applaude e non per appartenenza partitica.

Marmugi (3 giugno) – Intanto, Filippo, grazie, sei un grande. ma infatti, te l’ho detto anche a voce, “10, 100, 1000 Nogarin”, forse il punto è anche qui, in questo. Te sei quel che sei e ti meriti ben più del 20% che hai preso, il problema, per me che sono comunque combattuto, è: quanti Nogarin ci sono nel 5stelle a Livorno? Purtroppo, in precedenza, mi son scontrato – come Stella (Sorgente, ndr) sa benissimo – con “sedicenti” esponenti del movimento e non ho trovato grande comprensione. Ben venga lo scossone, ben venga il cambiamento, ben venga la discussione partecipata. Come mi è capitato di dire in questi giorni: “Hai votato Nogarin? Hai fatto bene”. Io in questa fase ho riflettuto non sul Candidato che è indiscutibile e veramente una scelta ottima per la città (il fatto che tu mi abbia scritto conferma la mia opinione su di te e forse la moltiplica perché la trovo una squisita attenzione), ma sul movimento che trovo confuso o sfuggente, o non ancora maturo. la cosa più buffa e paradossale per me è che faccio questo mestiere perché adoro (tuttora) il personaggio “Grillo”. Ps. La mano te la stringo stasera di persona ar Cral. A dopo.

Riproduzione riservata ©