Arriva il Drink Sharing, apre il 19 marzo in città il primo locale d’Italia dedicato alla condivisione Share Live your Life

Caratteristica principale del Drink Sharing (via Mondolfi 146) sarà la possibilità di condividere dal vivo emozioni, esperienze e valori. INFO Whatsapp: 338 - 87.66.705

Mediagallery

Segnatevi questa data: 19 marzo. E’ il giorno dell’inaugurazione di un nuovo locale in città. Si chiamerà Drink Sharing e aprirà i battenti in via Mondolfi 146 (Apparizione) con una serata-evento servita che sarà animata dal noto dj Riccardo Cioni.
I 500 metri quadri e oltre di superficie, l’ampio parcheggio, gli interni molto curati e l’arredamento di grande stile faranno del Drink Sharing un locale moderno – ma con un DNA anni Ottanta – in grado di rispondere alle esigenze dei tanti livornesi che decidono di spostarsi fuori Livorno alla ricerca di qualcosa di nuovo per divertirsi. Il primo weekend di apertura al pubblico sarà quello del 20-21 marzo con una apericena e live Dj with Emiliano Mascagni (live), Matia Giorgi e Leonardo Fontanelli (Dj set) e sabato dj Fabio Lenzi (dj Full Time Band). Organizzazione, pubblic relation in collaborazione con Matteo Martinelli.
Caratteristica principale del Drink Sharing sarà la possibilità di condividere (share, appunto, dall’inglese) dal vivo emozioni, esperienze e valori. Come? Con la Mobile Drink Sharing, una APP che sarà disponibile prossimamente e attraverso la quale i clienti potranno personalizzare e ordinare il proprio drink per poi condividere sui social la propria creazione. Non solo: ci si potrà sbizzarrire anche con la Juebox Shar App. Questa APP presto sugli maggiori store come Android e Apple, consentirà di selezionare e ascoltare la musica preferita direttamente nel locale. Insomma, ci sono tutte le premesse per poter affermare che sta per sbarcare in città un locale di intrattenimento unico nel panorama della movida labronica.

Drink Sharing on line il sito web: www.drinksharing.it
Facebook: Drink Sharing Livorno
Whatsapp – prenotazioni: 338 – 87.66.705

Riproduzione riservata ©