“Villa Lloyd, che scempio. Chi vigila?”

Mediagallery

Non mi aspetto risoluzioni a breve termine, lettere di ringraziamenti o applausi. Sensibilizzare questa città non è compito mio, ma vedere questo scempio, oltre che dispiacere mi provoca rabbia. Scrivo questa lettera sperando che chi di dovere faccia qualcosa per fermare questa assurda inciviltà, visto che va avanti ormai da tempo e sta diventando assurda. Zona parco Villa LLoyd. Cani sciolti senza tanti problemi, escrementi per terra, i cestini non vengono calcolati. Plastiche varie, cartacce e rifiuti. Gli operatori ecologici passano, ma stranamente il sudicio rimane per terra. Panchine ridotte male, alcune buche profonde e rimasugli di cartelli lasciati a prendere polvere e ruggine. Il recinto per i cani sta cadendo a pezzi. Il cancello si regge a con il fil di ferro. Servirebbe anche una colata di terra nuova. C’è il casottino che eoni fa regolamentava gli spruzzatori è terra di nessuno, scritte varie, disegni opinabili, rifiuti tutto intorno…
La situazione interna è anche peggio.  Via G.Pietri ( ingresso Tennis Club) al muro di cinta di Villa Mimbelli, lo spettacolo è di tutto rispetto. In quel parco ovunque cada l’occhio c’è qualcosa che andrebbe sistemato, come del resto in ogni angolo di questa città.
Livorno lo sappiamo è allo sbando, ci sono zone che fanno paura e la quantità di cose da risolvere sono tante. Se, chiaramente,
confrontate con queste piccolezze, non ha senso parlarne, ma da qualche parte bisognerebbe iniziare. Ripeto, ci sono cose più serie e urgenti, che non elenco per non cadere nell’ovvio. Occorre più vigilanza.  Tante persone vivono nell’anarchia, se ne fregano bellamente del prossimo. Sanno fin troppo bene che non verranno perseguite, ma perchè ci devono rimettere tutti?

Matteo

Riproduzione riservata ©