Ulivo transennato davanti al Goldoni. Perché? La Fondazione risponde

Mediagallery

Pensavo fosse uno scherzo ed ho voluto sincerarmene di persona. E purtroppo è vero. A Livorno, dove le transenne superano le cacche dei cani, si è arrivati a transennare anche un ulivo davanti al Goldoni. Non sapevo se prenderla sul ridere o preoccuparmi. Poi facendo due conti mi sono chiesto se un vaso da 80 cm in terracotta (circa 100 euro) non valesse la pena di essere sostituito ed allora giù di transenne, nastro e anche lucina!  Per coloro che risponderanno che “trattasi di incidente causato da un auto in attesa di rimborso assicurativo” voglio ricordare che da qualche anno è l’assicurazione del danneggiato che paga anticipatamente il danno e poi fa rivalsa su quella della controparte. Ma dubito che chi l’ha rotto abbia lasciato i suoi dati, quindi… va bene così !

Gilberto Gibi

La risposta della Fondazione Goldoni

La Fondazione Goldoni informa che l’ulivo presente nella piazza di fronte al Teatro il cui vaso era stato danneggiato da terzi, è stato già riposizionato in un nuovo vaso a cura del proprio personale. Le transenne che erano state poste intorno servivano unicamente per la sicurezza di chi vi si fosse trovato a transitare nei pressi (pubblico del Teatro e passanti), considerato il notevole peso di tutta la struttura. Si ringrazia per la correttezza ed il senso civico il signor Marco Vernieri, che tra l’altro aveva immediatamente provveduto ad informare il Goldoni dell’accaduto. Il vaso, peraltro, era stato già danneggiato in parte da altri prima di lui e le abbondanti piogge avevano contribuito ad indebolirlo ulteriormente.
Ufficio Stampa Fondazione Goldoni

 

Riproduzione riservata ©