E’ la Terra dei Fuochi? No, la Cala del Leone

Mediagallery

Torna a far parlare, purtroppo, la sporcizia che tanti di noi trovano sulle spiagge durante il periodo estivo. Una pratica spiacevole che spesso siamo costretti a riscontrare anche in posti bellissimi come la tanto amata scogliera del Romito. Anche in questo caso un lettore che si firma #SaveLaCala, salviamo la Cala, ci ha inviato alcune foto relative all’inquinamento che ha trovato scendendo verso il mare. Foto accompagnate da una lettera di protesta che pubblichiamo di seguito.

“Terra dei fuochi? Discarica abusiva? No cari lettori di Quilivorno.it, queste foto provengono dalla tanto amata “Cala del Leone”, vero e proprio gioiello del litorale livornese. Chi non ha mai passato un pomeriggio sotto il suo sole, chi non ha mai giocato sulla sua battigia. Alzi la mano per primo chi non sia critico quando l’acqua è sporca dalle cartacce e dalla plastica, a chi non fa schifo trovare sotto l’asciugamano bottiglie e lattine di birra.
Le foto che riporto sono nient’altro che l’esempio esplicito dell’ipocrisia, dell’ignoranza e del menefreghismo che contraddistinguono il livornese medio, quello che non si accorge di quanto siamo fortunati ad avere a pochi passi un tesoro come quello della Cala del Leone. Dobbiamo cambiare la mentalità, dobbiamo far capire a questi incivili, prepotenti, e indegni che noi non ci stiamo, la Cala rappresenta la nostra estate e il nostro futuro”.
#SaveLaCala

Riproduzione riservata ©